Richard Mille & Lamborghini

di Alba D'Alberto Commenta

Richard Mille, da sempre, preferisce creare orologi con un design curvo. I suoi orologi da polso presentano tutti dei movimenti a vista ma hanno anche delle linee davvero minimaliste. Guardando il fondello vi sembrerà di guardare il motore di un’auto.

Forse anche per questo motivo c’è sempre stato un feeling tra Richard Mille e una serie di imprese automobilistiche. Per esempio è andata molto bene la partnership con Ferrari e adesso si procede con quella con la Lamborghini. Non si va alla ricerca di orologi spettacolari ma di orologi che esprimano buon gusto e lusso. Il marchio in questione sfrutta allora delle costruzioni modulari che puntano sulla capacità di assorbire gli urti e sulla capacità di essere i migliori nelle condizioni estreme.

Automobili Lamborghini è stata fondata nel 1963 da Ferruccio Lamborghini nel tentativo di competere con il costruttore di automobili consolidata Ferrari. Ferruccio era un amante delle auto Ferrari e ha investito una considerevole quantità di denaro su di loro, ma credeva di poter costruire un’auto più attraente, fiammeggiante con un suono più aggressivo. Naturalmente, lui non stava cercando di reinventare la ruota, ma semplicemente renderla migliore e più attraente, una nozione condivisa anche da Richard Mille.

Una comunione d’intenti che trova spazio proprio nella realizzazione di questi orologi che sono potenti e brutali, ma anche forti ed eleganti, adatti a chi ama l’emozione ad alta velocità. Richard Mille ha cercato comunque di essere originale e di rivolgersi agli sportivi, pensando ad un orologio da polso resistente. Non è un caso che sia stato indossato anche durante le competizione tennistiche da Rafael Nadal.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>