Patek Philippe, cronografo flyback Ref. 5960/1

di Valentina Cervelli Commenta

Quando si prende in considerazione un brand come Patek Philippe si deve pensare a lusso e tecnica: due fattori ampiamente espressi da un brand che ha sempre fatto attenzione ad ogni particolare per ciò che riguarda questi due aspetti. Ed il cronografo flyback con calendario annuale Ref. 5960/1 ne è perfetta espressione.

Questo modello ha inaugurato il nuovo quadrante nero ebano opalino con note di rosso: lo stesso presenta al suo interno anche tre finestrelle dedicate rispettivamente al giorno della settimana/data/mese a semicerchio, ed il monocontatore del cronografo a ore 6. La cassa del Patek Philippe flyback Ref. 5960/1 misura 40,5 mm, ed è in acciaio mentre il quadrante è protetto da vetro zaffiro come il fondello.

L’interno è un piccolo gioiello di tecnica sempre apprezzabile: il cuore dell’accessorio batte infatti grazie al calibro automatico CH 28-520 IRM QA 24H, un vero e proprio mix di tradizione e innovazione. Il perché? E’ presto detto: il suo sistema di comando integrato abbina la classica ruota a colonne a un moderno innesto verticale con dischi aumentando la precisione dell’orologio ed evitando che la lancetta si sposti in maniera non opportuna quando si avvia il cronografo. Unica vera pecca la scarsa impermeabilità, garantita fino ai 30 metri, mentre la riserva di carica oscilla da un minimo di minimo di 45 ad un massimo di 55 ore.

 

Il cinturino, in naturale stile del brand non manca di soddisfare: è in acciaio con maglie Patek Philippe di tipo “goccia” e chiusura déployante in acciaio. Un modello di lusso semplice nella sua modernità tra i più validi presentati dal marchio negli ultimi tempi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>