Orologi low cost: quando sono affidabili?

di Valentina Cervelli Commenta

Orologi low cost: quando sono affidabili? Spesso non si tiene conto di quanto un accessorio possa essere valido fino a che non lo si è provato e piccolo prezzo non significa sempre scarsa qualità.

E’ ovvio che in quanto a manifattura è impossibile comparare modelli separati da centinaia di euro di costo, ma allo stesso tempo è ingiusto in quanto a prestazioni, non dare credito immediatamente agli orologi low cost: essi infatti possono essere molto più resistenti di quanto si possa credere. Cosa bisogna sapere prima di effettuare un acquisto in tal senso?

La gomma costa meno

Non c’è da stupirsi se la maggior parte degli orologi che vengono venduti a meno di 50 euro sono caratterizzati da un cinturino di gomma: in tal senso il caucciù è ciò che effettivamente costa di meno ad un eventuale produttore (poco importa che si tratti di un brand famoso o meno, N.d.R) che voglia guadagnare attraverso dei modelli dal basso costo di produzione.

Movimento automatico

Anche i modelli che vengono venduti ad un euro in rete o sulle bancarelle possono rivelarsi affidabili se la loro creazione è stata basata su specifici principi: in particolare quello del movimento automatico. Non è difficile incontrare modelli che si mantengono in carica attraverso il semplice movimento dell’orologio: una scelta simile abbatte praticamente ogni costo se non quello del materiale di composizione.

Cronografi, no grazie

Quando si parla di orologi low cost l’affidabilità, va riconosciuto, è pari a zero in caso di cronografi: molto alta al contrario per ciò che concerne gli accessori analogici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>