Orologi analogici: i giovani non sanno leggerli?

di Valentina Cervelli Commenta

Orologi analogici: i giovani non sanno leggerli? Così sembra almeno in Inghilterra dove molte scuole stanno provvedendo alla rimozione degli stessi per sostituirli con dispositivi digitali. Una notizia che lascia interdetti e che fa preoccupare anche per il mercato stesso dell’orologeria.

E’ vero, prima che questi piccoli virgulti diventino una nuova generazione di compratori dovrà passarne di tempo, ma se già ora non sono in grado di leggere le lancette come si può pensare che opteranno per l’acquisto di cronografi ed accessori basati su calibri automatici? Qui non si tratta nemmeno di un problema di complicazioni difficili da comprendere, ma del semplice muoversi delle lancette, ai quali i piccoli non sono abituati perché nessuno lo ha insegnato loro.  Un trend preoccupante che si sta espandendo anche negli Stati Uniti. Come commenta il Segretario Generale dell’Association of School and College Leaders britannica:

Per gli adulti sembrerà scontato utilizzare un orologio analogico. I giovani trovano più facile utilizzare un orologio digitale. Le scuole inevitabilmente faranno del loro meglio per rendere i bambini piccoli rilassati quanto più possibile.

C’è chi ha considerato “anacronistico” l’orologio analogico all’interno delle scuole: va detto che si tratta di un commento assurdo, anche solo pensando alla maggior parte dei modelli di orologi venduti in tutto il mondo da qualsiasi marchio. Non sarebbe più semplice e giusto insegnare ai bambini a leggere un normale orologio?  Anche perché è vero, vi sono dei modelli digitali interessanti e per i più piccoli avere a che fare con loro è più semplice: ma stimolare le loro funzioni cognitive e renderli indipendenti da questo punto di vista, in tutta onestà possiede più valore.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>