Louis Vuitton e il nuovo modello Tambour Horizon

di Valentina Cervelli Commenta

Louis Vuitton  torna con un modello ispirato ai viaggi ed al continuo spostamento frutto della collaborazione stretta tra la maison francese e le aziende della Silicon Valley americana: la cassa realizzata a Parigi è stata poi assembrata in California.

Si è partiti dal modello Tambour, icona del brand per dare vita al Tambour Horizon, uno smartwatch che unisce l’eleganza del modello originale alla tecnologia avanzata di Google e Qualcomm Technologies. Un obiettivo di fusione che non sempre riesce ad essere espresso al massimo. In questo caso avviene in misure davvero incredibili: si parla di 42 mm di diametro, ottenuti grazie alla piattaforma Qualcomm® Snapdragon ™ Wear 2100, disponibili nelle varianti Graphite, Monogram o Black.

Come già anticipato in questo modello vengono riunite estetica e tecnologia ed una delle  funzionalità più interessanti è senza dubbio quella di My Flight, un sistema pensato per chi viaggia costantemente e che tiene informati sui tempi di volo, sul terminal, sui ritardi e sul numero di ore rimaste prima della partenza.  Molte le funzioni interessanti ma soprattutto un design mai dato per scontato: anche in questo campo il brand tenta di rimanere all’avanguardia dando la possibilità di contare su oltre 60 cinturini disponibili e intercambiabili ( e nello specifico 30 per gli uomini e 30 per le donne, N.d.R.), attraverso Android Wear ™ 2.0  con la possibilità di personalizzare anche il quadrante con tutta una serie di sfondi di tipo differente in cui compaiono anche gli elementi della firma della maison.

Un pezzo unico lanciato da un video incredibile che ha visto come protagonisti: Catherine Deneuve, Adèle Exarchopoulos, Jaden Smith, Jennifer Connelly, Laura Harrier, Miranda Kerr, Victor Cruz, Yaya, Lu Han, Doona Bae, Gong Yoo e Ebizo Ichikawa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>